Dopo i 40 anni diminuiscono le possibilità di essere assunti

L’età non dovrebbe essere un elemento discriminatorio nella selezione del personale, ma da un recente studio, compiuto dall’Università di California Irvine conferma il sospetto che, superati i 40 anni, le possibilità di essere assunti scendono drasticamente.

“Questo insieme di risultati è fortemente coerente con la discriminazione basata sull’età”, fa notare il professor David Neumark, autore dello studio, “i candidati più anziani sono più qualificati, rispetto a quelli più giovani, in termini di caratteristiche e valutazioni dei candidati utilizzati dalla società nel loro sistema di domanda online”.

Condividi!