Prostituzione su Via Aurelia, ad Aranova 4 arresti

Prostituzione su via Aurlia, ad Aranova 4 persone finite in manette, arrestato anche un 64enne di Santa Marinella.

Induzione e sfruttamento alla prostituzione, è il reato per il quale i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno eseguito 4 ordini di custodia cautelare.

Il provvedimento, è scaturito dai risultati ottenuti in un’indagine dei Carabinieri della Stazione di Passoscuro, avviata a seguito della ricezione di una denuncia per minacce, presentata da una giovane ragazza romena, che si prostituiva lungo la SS1 Aurelia, nei confronti di una “collega” connazionale, dopo un litigio sorto per contendersi la piazzola di sosta lungo la strada statale ubicata all’altezza di Aranova.

Dopo essere riusciti a risalire all’identità della rivale, i Carabinieri hanno anche scoperchiato la strutturata rete di sfruttatori che la “proteggeva”: nel corso delle indagini, infatti, è stata documentata l’attività di 4 persone – due cittadini italiani e due cittadini romeni – che, a vario titolo, curavano il trasporto della ragazza da e per il suo luogo di “lavoro”, controllando poi le loro attività sul posto.

Ad agosto scorso, grazie ad uno dei servizi di osservazione svolti lungo la SS1 Aurelia, i Carabinieri arrestarono in flagranza di reato, un cittadino romeno di 30 anni, sorpreso dai militari di Passoscuro mentre stava ricevendo parte del provento dell’attività di prostituzione della donna.

Gli sviluppi investigativi, hanno consentito ai Carabinieri di delineare anche il ruolo di un 64enne italiano, residente a Santa Marinella, che, dopo aver favorito l’ingresso in Italia della giovane, acquistandole il biglietto aereo, provvedeva ogni giorno ad accompagnarla in auto nella “sua” piazzola di sosta, ricevendo in cambio denaro e prestazioni sessuali.

Condividi!