Gli errori più comuni da evitare quando si cucina una bistecca

Dall’uso di una padella tiepida al mancato finissage in forno, una buona bistecca può essere rovinata con poche inconsapevoli mosse.

Altroerrore comune è quello di affettarla appena tolta dal fuoco, facendo così perdere i succhi della carne prima ancora che raggiunga il commensale.

Il rischio è di cuocerla troppo o troppo poco. Un buon taglio di bistecca dovrebbe essere di media grandezza, per rendere al meglio come sapore e consistenza.

Puòessere cotta su un classico piano cottura con una padella dal fondo pesante.

È importante però assicurarsi di non sovraccaricare la padella di carne o non si otterrà una buona cottura.

Se le bistecche sono molto spesse, potrebbero richiedere un po’ di tempo aggiuntivo in forno.

È anche importante assicurarsi che la padella sia abbastanza calda, prima di mettere la bistecca.

Glierrori più comuni nella cottura riguardano proprio il calore della padella e la conseguente scottatura della carne.

Quando si cucina la bistecca è importante condirla bene alcune ore prima, soprattutto se il pezzo di carne è spesso. Infine, una volta che si è ottenuta una buona scottatura su entrambi i lati, è molto importante evitare di schiacciare la carne nel proseguo della cottura, in modo da evitare di farle rilasciare i succhi.

Lostesso vale anche per gli hamburger. Infatti, l’errore più grande che le persone commettono quando si cucina una bistecca è quello di tagliarla immediatamente dopo che ha finito la cottura. Va invece lasciata riposare prima di servirla.

Dai 10 minuti di una bistecca di spessore normale fino ai 45 minuti per i tagli più grandi come le costolette.

Quindiadesso sapete che se aspettate per circa mezzora la tagliata che avete ordinato, è solo per il vostro bene.

Condividi!